Beyrouth-Fanar

Fanar, che significa Faro, è la collina su cui è situata la nostra casa, alla periferia di Beyrouth.
Da questo faro, a partire dal 1963 si irradia la luce della nostra Missione.
Fanar ha vissuto momenti molto forti e difficili durante le guerre civili protrattesi dal 1975 al 1990: un lungo periodo che ci ha viste sempre accanto agli umili e ai piccoli, testimoni di pace e di unità.

Pace nella condivisione quotidiana di drammi e sofferenze inaudite durante l’ultima guerra che ha devastato il Libano. Vicine alla gente come madri e sorelle, attente e premurose.


Le attività, anche se a singhiozzo, sono sempre continuate, nell’intento di seminare speranza dove c’era disperazione, gioia dove regnava tristezza, perché la vita – pur tra sofferenze e difficoltà – potesse avere l’ultima parola.
La “scuoletta” iniziata nel 1963 con solo 6 bambini, oggi conta 1700 alunni, dai 3 ai 18 anni.

L’edificio ha subito numerosi ampliamenti e trasformazioni, non ancora ultimate a causa dei danni innumerevoli provocati dalle bombe che si sono abbattute anche sul nostro complesso scolastico e, di cui con il passare del tempo, si scoprono le tracce…
Per educare alla convivenza, ogni anno, la scuola organizza la giornata dell’indipendenza per aiutare i ragazzi a contrastare la tendenza a rinchiudersi dentro alla propria angusta fazione politica e/o religiosa ed aprirli all’irrinunciabile e possibile sfida della pace.
La scuola si pone oggi come luogo di preparazione ed educazione religiosa seria e profonda, qualificandosi – a livello d’insegnamento accademico – tra le migliori della regione, con ottimi risultati a livello di esami statali.
Questo grazie anche al contributo del corpo docente – costituito in prevalenza da laici professionalmente qualificati, che hanno saputo accogliere e far proprio il carisma dell’educazione di Bettina.

Oltre alla scuola, la nostra casa accoglie giovani universitarie, che seguiamo attraverso la proposta di diverse attività, grazie anche al nostro inserimento nella Pastorale universitaria, dove lavoriamo come animatrici e responsabili di uno specifico settore.

Un’esperienza particolarmente viva e vivace, che ci vede coinvolte nell’apostolato con bambini, ragazzi, giovani e famiglie, è il M.E.C. (Movimento Ecclesiale Carmelitano – www.mec-carmel.org), fondato nel 1993 da padre Antonio Maria Sicari: una realtà costituita da padri carmelitani, suore e laici che insieme lavorano nella Chiesa e per la Chiesa, nella condivisione e approfondimento del carisma carmelitano, con l’unico intento di aiutare ogni cristiano a conoscere e ad amare sempre più Cristo e a edificare la Sua Chiesa.
Da quest’anno, oltre all’impegno nella scuola, abbiamo dato vita ad un’altra attività pastorale di aiuto e presenza in una parrocchia vicina a noi.