Macapà

Arriviamo a Macapà nel 1977, chiamate dal Dott. Marcello Candia, industriale milanese che, dopo aver sostenuto opere a carattere sociale, caritativo ed educativo in Italia, nel 1965 vende la sua azienda per costruire con il ricavato un ospedale per i poveri e i lebbrosi a Macapà.
La  missione ci vede da subito  impegnate come “Marta e Maria”, le due sorelle del Vangelo che uniscono azione e contemplazione: servizio ai poveri e adorazione eucaristica.

Il Piccolo Carmelo di S. Teresina  è una casa di preghiera aperta a tutti per  offrire  accoglienza e ospitalità a sacerdoti, religiosi e laici che desiderano fare giornate di ritiro e di riposo.
La nostra giornata è così suddivisa:

la mattina ci vede impegnate nel servizio  spirituale e materiale presso i poveri, malati e in particolare i lebbrosi, che sono sempre i privilegiati;
nel pomeriggio tutti i giorni viene esposto il Santissimo Sacramento davanti al quale ci alterniamo in turni di adorazione, aperta a tutti.

A quasi trent’anni dalla morte di Marcello Candia, avvenuta nel 1983, il Piccolo Carmelo ne continua l’opera iniziata attraverso il  sostegno economico della Fondazione da lui stesso voluta e creata che,  nel 1991 ha realizzato la costruzione del “Centro Marcello Candia” .
Qui,  grazie anche alla presenza e collaborazione di personale qualificato, molte famiglie povere ricevono ogni giorno  alimenti, medicinali, materiale scolastico ed altri generi di prima necessità . Vengono inoltre realizzati  incontri di educazione e formazione igienico-sanitaria e alimentare,  per le mamme in attesa e predisposti corsi di taglio e cucito perché le mamme possano  preparare con le loro stesse mani il corredino per il nascituro

L’opera continua ed è fiorente, oggi, grazie anche all’aiuto offerto dai numerosi benefattori che dall’Italia ci sostengono attraverso le Adozioni a distanza.

 

 

 

 

 

 Dagli inizi ad oggi: storia e sviluppo della missione